Natleccio 2014

Fuochi natalizi in Lucchesia e nel Grossetano. Natalecci a Gorfigliano, Catasta di Natale a Petricci, fiaccolata a Santa Fiora

Ogni anno in Lucchesia e nel Grossetano, come in altre parti della Toscana, si rispettano e si rinnovano antiche tradizioni legate alla festa del Natale. Tra queste è l’accensione di pire, fuochi e fiaccole per salutare l’arrivo del Salvatore. A Gorfigliano, piccola frazione del comune di Minucciano (LU), il 24 dicembre vengono accesi i “Natalecci”, costruzioni vegetali di arbusti e legna alte circa 20 metri ciascuna. Le alte torri di rami, disposte intorno al paese, sono accese alle ore 18,00 della vigilia di Natale per celebrare la nascita del Bambin Gesù.
Gli abitanti dell’Alta Garfagnana amano tener viva l’antica usanza dei “Natalecci”, riproposta ogni anno con particolare entusiasmo. La preparazione dei giganteschi cilindri dura tutto il mese di dicembre, durante il quale i natalecciai issano la “tempia”, il palo che sorregge l’intera struttura, e si procurano tutto il materiale necessario pulendo il sottobosco. Coloro che son detti “tessitori” poi si occupano poi d’intrecciare i rami intorno alla “tempia” in modo da dare la caratteristica forma cilindrica alla costruzione. Tutti i rioni di Gorfigliano e dintorni sono chiamati a costruire una torre-falò. Quello più alto, che produce meno fumo, è meglio visibile, e dura più a lungo si aggiudica il premio di miglior “nataleccio”. Le pire devono perciò esser ben posizionate, facendo attenzione al vento e alla posizione della giuria, che, come il pubblico, deve riuscire a veder bene l’alta costruzione infuocata.
Nel Grossetano la notte del 24 dicembre a Petricci (GR) è accesa la “Catasta di Natale”. Gli abitanti del paese ammucchiano la legna in piazza e la bruciano, offrendo vin brulè e castagne arrosto a tutti i presenti. Presente per l’occasione anche Babbo Natale che gira per le vie del paese regalando caramelle ai bambini. Altri fuochi tradizionali sono accesi la sera del 30 dicembre a Sorano in Piazza Busatti, dove il falò in piazza è accompagnato da canti popolari, e a Santa Fiora dove si svolge la suggestiva fiaccolata da Castello, Borgo e Montecatino fino a Palazzo Sforza nella piazza principale. Qui si festeggia mangiando la deliziosa polenta di farina di castagne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?