Giardino Firenze 1 2014

Il Giardino degli iris a Firenze. Aperto dal 25 aprile al 20 maggio

Il 25 aprile riapre il meraviglioso Giardino dell’Iris a Piazzale Michelangelo (Firenze) un’area verde di oltre due ettari con un oliveto, viali e scalette di pietra orlate da piante verdi e fiorite. Protagoniste del parco, ad ingresso gratuito, sono naturalmente le numerose varietà di iris, barbate alte, intermedie e alte, da bordura, provenienti da ogni parte del mondo. Ogni anno il giardino fiorito ospita il Concorso Internazionale dell’Iris. I partecipanti al premio, ibridatori di tutto il mondo, inviano nel periodo giugno-settembre i rizomi a Firenze, perché siano coltivati al Giardino dell’Iris per ben tre anni.
 Il concorso è “anonimo”, perché ogni pianta iscritta è contrassegnata soltanto da una sigla. In tal modo la Giuria valuta ogni iris senza subire alcuna influenza esterna. Soltanto dopo aver stilato la graduatoria finale sono svelati i nomi delle varietà e degli ibridatori. Sono premiati gli esemplari più belli e particolari in base a differenti metri di giudizio. Il vincitore del primo posto è premiato con un Fiorino d’oro, donato dall’Azienda per il Turismo di Firenze, mentre l’iris più rosso, che si avvicina maggiormente al fiore (un iris e non un giglio, come erroneamente spesso è chiamato) raffigurato nel gonfalone cittadino, si aggiudica un premio speciale offerto dal Comune di Firenze.
Il Giardino dell’Iris è nato nel 1954 per dare ospitalità al un Concorso Internazionale annuale per le migliori varietà di Iris, il “Premio Firenze”, su iniziativa di Flaminia Specht e Nita Stross Radicati, appassionate ibridatrici facenti parte della Società Italiana Amici dei Fiori. Il particolare interessamento delle due signore rese possibile l’allestimento della manifestazione nel capoluogo della Toscana, ritenuto sede particolarmente adatta all’evento. Lo splendido fiore violaceo ha sempre avuto un forte legame con la storia di Firenze, che elesse l’iris rosso in campo bianco ad emblema nel gonfalone cittadino.
Giardino Firenze 2 2014
Si deve a Piero Bargellini assessore alle Belle Arti e Giardini, il merito di essersi adoperato perché il Comune assegnasse ai promotori della manifestazione il cosiddetto “Podere dei Bastioni”, il terreno situato sul lato est di Piazzale Michelangelo. Nel 1954 fu bandito il primo Concorso Internazionale dell’Iris. In totale sono stati effettuati 56 concorsi con una partecipazione record, nel 2004, di ben 150 nuove varietà.
Il Giardino, realizzato su progetto iniziale dell’architetto G. Zetti e inaugurato nel maggio del 1957, si arricchì di donazioni fatte da numerosi coltivatori stranieri e di un’ampia collezione di Iris storiche del Presby Memorial Garden di Montclair (New Jersey, USA). Per ospitare le Iris giapponesi e Louisiana nel 1967 fu costruito un laghetto artificiale. Specialisti, ibridatori, botanici e orticoltori, italiani e stranieri, operano nel Giardino dell’Iris durante tutto l’anno per scopi scientifici e per passione.
L’ingresso a visitatori esterni è consentito soltanto nel periodo primaverile dal 25 aprile al 20 maggio, tutti i giorni anche nei festivi.
Orario: 10.00 – 12.30 / 15.00 – 19.00
Ingresso: gratuito
Parzialmente accessibile ai portatori di handicap (ingresso lato Flò Lunge Bar)
Come arrivare: autobus n. 12 – 13 (capolinea Stazione Santa Maria Novella)
Didattica: visite guidate gratuite (in italiano e in inglese) su prenotazione per gruppi e scolaresche; corsi di ibridazione; corsi per giudici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?