Chi Ha Inventato Il Gelato

LA CREMA DEL BUONTALENTI, inventore del gelato

Buontalenti. chi ha inventato il gelatoVi site mai chiesti chi ha inventato il gelato? E dove è stato inventato il gelato? Secondo la tradizione, il merito di aver realizzato il primo gelato spetta al grande Architetto Bernardo Buontalenti.

Buontalenti fu un personaggio poliedrico, architetto, scenografo, scultore, ingegnere, lavorò attivamente presso la corte granducale dei Medici alla fine del ‘500.
Oltre alla grotta di Boboli, la Tribuna degli Uffizi, la Villa di Pratolino, il Forte Belvedere e tante altre costruzioni gli va riconosciuto il merito di aver inventato il gelato in senso moderno, perfetto per rinfrescare i caldi giorni d’estate.
L’architetto si impegnò nella creazione del gelato in occasione dell’arrivo di una delegazione spagnola in città, i Medici gli chiesero di organizzare “festini da far rimanere come tanti babbei gli stranieri, spagnoli per giunta”. Bernardo addobbò strade e piazze con ghirlande e le illuminò con torce e stupefacenti fuochi artificiali
(per questo lo soprannominarono “Bernardo delle girandole”); le tavole vennero imbandite con giochi ed effetti a sorpresa.
Buontalenti rivoluzionò il sorbetto che era già stato inventato dagli arabi secoli prima: mescolò latte, uova, miele e vino, aggiunse talvolta la frutta e aromatizzò il tutto con bergamotto, limoni ed arance, creando gustosi dolci ghiacciati. La sua ricetta è quindi l’antenata della moderna crema all’uovo e dello zabaione.
L’intervento dell’architetto rivoluzionò la storia del gelato perchè da quel momento tutto si poteva gelare, anche le materie grasse come il latte e le uova, che tutt’oggi sono alla base del gelato made in Italy.BUontalenti inventore del gelato
Bernardo non si occupò solo della ricetta ma anche dell’ideazione della macchina del gelato che rendeva tutto più cremoso: la sua macchina a forma di scatola chiusa, con intercapedine isolante, aveva un cilindro centrale contenente gli ingredienti freddi che si consolidavano grazie a spatole mosse di continuo da una manopola esterna.
Grazie al suo genio e all’invenzione del gelato a Buontalenti venne riconosciuta una pensione da parte della famiglia Medici, con la quale riuscì a pagare i suoi debiti e a mantenere la sua unica figlia anche in vecchiaia.
Nel 1979 venne organizzato a Firenze un concorso per il miglior gelato, concorso che fu intitolato proprio al grande architetto, in onore della sua invenzione. Il concorso venne vinto dalla Gelateria Badiani che ideò la “crema Buontalenti” e che si può assaggiare tutt’oggi in tutte le gelaterie della città.

 

Articolo di Giulia Bozzi, nostra guida referente di Firenze e dintorni 

 

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?