Regata-delle-repubbliche-marinare-Pisa 2013

La Regata delle Antiche Repubbliche Marinare. Ultimo appuntamento del giugno pisano.

 

La Regata delle Antiche Repubbliche Marinare è un altro evento del giugno pisano. Si tratta di una manifestazione di rievocazione storica: Pisa, Amalfi, Genova, Venezia, rivivranno il loro sfarzo e il loro potere navale.

 

Prima della regata, però, ottanta persone per ogni repubblica (e dunque, in tutto, trecentoventi) sfileranno per le vie di Pisa, riproponendo i propri personaggi storici. Per Pisa, il personaggio più importante è senza dubbio Kinzika de’ Sismondi che, come racconta la leggenda, salvò la città dall’attacco del saraceno Musetto. L’esercito nemico, approfittando della notte e del sonno degli abitanti, stava già per varcare le porte pisane quando Kinzika, che soffriva di insonnia e poté dunque scorgere i nemici, suonò le campane destando il suo popolo e  richiamandolo alle armi.

 

La gara vera e propria viene giocata da quattro squadre, ognuna delle quali composta da otto vogatori e un timoniere. Per garantire a tutte le squadre le stesse opportunità, le imbarcazioni vengono costruite con gli stessi parametri, che sono verificati prima della partenza. A differenziare le imbarcazioni, i colori (Amalfi azzurra, Venezia verde, Pisa rossa, Genova bianca) e le polene.

 

L’imbarcazione vincitrice conquista il trofeo che detiene sino all’anno successivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?