Medioevo-alla-corte-degli-ubaldini-palazzolo

Medioevo alla Corte degli Ubaldini. 14a Edizione.

medioevo-alla-corte-degli-ubaldini-palazzolo

Chi di noi non ha mai varcato, almeno una volta nella vita, quel sottile confine che separa la ragione dalla follia? Per amore, per gelosia, per soldi, per invidia o più semplicemente perché travolto dagli eventi di un’esistenza divenuta ormai faticosa? E chi non avrebbe voluto fuggire, abbandonarsi all’ira più furibonda, sradicare alberi o stracciarsi le vesti? E poi alla fine, stremato e senza forze, avere l’ampolla sigillata delle bianche valli della Luna, che conservano tutto ciò che gli uomini hanno perduto: le lacrime e i sospiri degli amanti, il tempo perduto dei giocatori, le preghiere in malafede, la fama che non resiste al tempo? E’ là che si conserva il senno di chi lo ha perduto, in parte o tutto.

La XIV Edizione di Medioevo alla Corte degli Ubaldini, il 23,24 25 luglio 2010 ripercorrerà le gesta di Orlando, non più paladino senza macchia della Chanson de Roland, ma da comune mortale. Orlando dimentica la fede, la lealtà, lo sprezzo del pericolo, l’onore e appare tragico, patetico, appassionato, impazzito di dolore a causa dell’amore non ricambiato per la bella Angelica, principessa del Catai.
Rivivremo l’uccisione dell’orca che sta per togliere la vita ad Olimpia, Astolfo al castello di Atlante, la battaglia a Parigi fra Cristiani e Saraceni, Astolfo che va sulla luna a cavallo dell’Ippogrifo per recuperare il senno perduto di Orlando ed altri episodi, ma il tema dominante resterà l’amore che ispira e muove ogni avvenimento.
Accampamenti saraceni e cristiani divideranno il paese; il castello di Atlante, le mura di Parigi, il mondo lunare, saranno alcune delle grandi scenografie fra le quali si muoveranno i personaggi dell’Ariosto, per sei giornate nella magia del fantastico sfondo naturale di Palazzuolo.
Ogni visitatore potrà constatare quanto sarà facile divenire Orlando, essere Angelica o Astolfo a cavallo dell’Ippogrifo e volare in alto per aiutare chi gli sta vicino.
Affascinanti odalische, cartomanti, saltimbanchi, giocolieri, combattenti, paladini e saraceni coinvolgeranno il pubblico presente in avvincenti viaggi fra l’oltretomba, l’inferno, il Paradiso Terrestre e luoghi reali come la Francia, la Spagna fino a giungere in Catai, in Africa o fantastici come il mondo della Luna.

Per informazioni:
mailoste.ghibellina@ tin.it
tel 3348889910

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?