Palazzo Blu 2015

Mostra a Palazzo Blu per il Centenario della Grande Guerra. Da marzo 2015

All’interno degli eventi toscani per commemorare la ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale s’inserisce la mostra “I segni della guerra. Pisa nel primo conflitto mondiale” ideata dalla Fondazione Palazzo Blu, in collaborazione con la Fondazione Pisa. L’esposizione incentrata sul grande conflitto si terrà dal 27 marzo 2015 al 5 giugno 2015, in seguito alla mostra dedicata all’artista livornese Amedeo Modigliani.
La Prima Guerra Mondiale ha segnato profondamente il secolo XX, coinvolgendo ben 28 Paesi con 70 milioni di uomini mobilitati. I caduti furono oltre 10 milioni, di cui 600.000 solo in Italia. I segni del conflitto mondiale furono visibili ovunque anche a Pisa.
Per onorare la memoria storica ed offrire ai giovani l’opportunità di approfondire la conoscenza di eventi tanto drammatici per la storia dell’Umanità sarà realizzata la mostra dedicata alla Grande Guerra negli spazi espositivi di Palazzo Blu. L’attenzione si concentrerà in particolare sulla città di Pisa nel periodo del conflitto bellico. Attraverso documenti del periodo, fotografie, lettere e cartoline dei soldati pisani, cimeli e ricordi di ogni genere, corredati da un preciso apparato didascalico saranno ricostruiti gli anni di guerra: le “giornate radiose”, la mobilitazione dei combattenti, l’impegno del territorio, materiale ed intellettuale, in relazione alle richieste della guerra. Il percorso espositivo farà rivivere ai visitatori la vita della città tra il 1915 ed il 1918, la vita dei medici e dei volontari negli ospedali, dei piloti della scuola di aviazione di San Giusto, degli insegnanti e degli studenti delle Università (i caduti appartenenti al mondo accademico furono 132), dei religiosi, come il cardinale Pietro Maffi, figura di riferimento del connubio Fede-Patria. A cento anni dallo scoppio della Grande Guerra la mostra “I segni della guerra. Pisa nel primo conflitto mondiale” offrirà a tutti i visitatori un valido spunto di riflessione sulla storia del Mondo attraverso la ricostruzione delle vicende del territorio pisano.
Al Prof Antonio Gibelli, ordinario di Storia Contemporanea all’Università di Genova e studioso di tale periodo storico, è stata affidata la Curatela scientifica, con la collaborazione del Prof. Carlo Stiaccini e del Dr. Gian Luca Fruci, per le ricerche di archivio.
I segni della guerra
Pisa, BLU | Palazzo d’arte e cultura, Lungarno Gambacorti 9
Marzo – Luglio 2015
Orari: Martedì-Venerdì 10.00 – 19.00 | Sabato-Domenica 10.00 – 20.00
Ingresso: Gratuito
Per maggiori informazioni:
Infoline: Tel. +39 050 220 46 50 | info@palazzoblu.it
Ufficio stampa: Fondazione Palazzo Blu | Tel. 050 220 46 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?