Oro-arezzo-catene

“OroArezzo”: il gioiello è di casa

oro-arezzo-catene

Nella città toscana vetrina internazionale dell’oreficeria made in Italy.
Con il taglio del nastro di ieri mattina, ha preso il via OroArezzo, la Fiera Internazionale della città toscana che si presenta davvero come il fiore all’occhiello di Arezzo Fiere e Congressi.

Sorrisi e soddisfazione fra i 453 espositori (10% in più rispetto al 2009), per un’organizzazione puntuale ed efficiente che ha permesso questa partenza in grande stile.

La Fiera, rinnovata e migliorata nei servizi e nella fruibilità per i visitatori, riserva una vera sorpresa con l’area dedicata a Gold Up. Nel buio ricercato della sala, in un’atmosfera quasi sospesa, l’occhio è attratto da un luccicare tutto d’oro che trapela dagli ovali che “bucano” il buio. E attraverso questa sorta di oblò ci si può immergere in una “sfilata” sui generis che cattura l’immaginazione e trasmette emozioni.

Da non perdere perciò questa Gold Up, voluta dal Managementt di Arezzo Fiere e Congressi e realizzata in collaborazione con Vogue Gioiello, una fusione di due pilastri del Made in Italy di qualità: l’oreficeria e la moda. 16 dei più importanti stilisti italiani (Armani, Valentino, Dolce & Gabbana, Versace, Etro, Moschino, Prada, Gucci, Ferragamo, Bluemarine, Pucci, Alberta Ferretti, Ferrè, Fendi, Missoni e Marna) “vestono” i gioielli della collezione “Oro d’Autore”, in questa magnifica mostra.

“Mostra questa – sottolinea Raul Barbieri, Direttore di Arezzo Fiere e Congressi – inaugurata oggi ma già molto richiesta soprattutto dagli Stati Uniti. Sarà la punta di diamante della produzione aretina, un biglietto da visita con cui ci presenteremo alle grandi mostre internazionali di Hong Kong e Las Vegas”. Una fiera dunque che si apre già proiettata nel futuro. Futuro che si preannuncia all’insegna del cauto ottimismo per il comparto orafo aretino.

“Sono oltre 260 i buyers invitati – conferma Raul Barbieri – provenienti da ben 49 paesi, parte dei quali ricompresi in aree di mercato consolidate e tradizionali e una parte di mercati emergenti tipo il Kazakistan ad esempio. Un modo questo per testare “in diretta” se un nuovo mercato può essere approcciato attraverso questi buyers” Nasce dunque all’insegna dell’ottimismo ritrovato e dell’intraprendenza questa 31esima Fiera di OroArezzo. E passeggiando nei padiglioni tra stand e vetrine, tra pietre e macchinari non vanno dimenticate le prestigiose sfilate di Premiere, anteprima delle tendenze “gioiello” del 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?