Palazzo Mediceo A Seravezza

Palazzo Mediceo a Seravezza. Arte, folklore e tradizione in Versilia

Situato alle pendici delle Alpi Apuane, dove s’incontrano i fiumi Serra e Vezza, il Palazzo Mediceo di Seravezza (Lucca) è oggi sede del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia Storica e della Biblioteca Comunale “Sirio Giannini”. La splendida dimora storica è stata perfettamente restaurata e destinata ad ospitare interessanti mostre ed eventi storico-artistici. La costruzione della imponente villa toscana risale tra il 1560 ed il 1564 su progetto di Bernardo Buontalenti (tuttavia alcuni attribuiscono l’opera a Bartolomeo Ammannati).
Cosimo de’ Medici decise di far costruire la dimora in Versilia sia come residenza estiva sia per controllare più da vicino l’attività estrattiva del marmo, potenziata nella zona di Seravezza con l’intervento di Michelangelo Buonarroti (1518-1520). Lo scultore toscano era stato incaricato da Papa Leone X di realizzare la facciata della chiesa San Lorenzo utilizzando i marmi estratti dalle cave di Seravezza. Il faticoso lavoro del cavatori di marmo è raccontato attraverso immagini fotografiche, utensili e reperti all’interno del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari della Versilia. L’esposizione permanente offre una visione completa sulla vita delle famiglie che abitavano in questa parte della Toscana: contadini, boscaioli, cavatori di marmo e di ferro, artigiani.
Nel cortile interno del Palazzo Mediceo si può ammirare l’antico pozzo della residenza sormontato da due colonnine con un architrave su cui poggia la scultura in marmo di una trota tra due sfere. La curiosa opera scultorea fu realizzata per omaggiare la pesca fortunata nel 1603 di un pesce da 13 libbre nel torrente Vezza da parte di Maria Cristina di Lorena, moglie di Ferdinando I. La trota è divenuta uno dei simboli di Seravezza anche in seguito ad un tentato furto ad opera degli abitanti di Querceta (di rimando gli abitanti di Seravezza rubarono il batacchio della campana del vicino paese).
Un’altra curiosità sul Palazzo Mediceo di Seravezza è relativa al grande tavolo in legno conservato all’interno degli spazi museali. Si dice che Cosimo non lo avesse pagato all’artigiano che lo aveva realizzato a causa di una malfattura che rende il mobile molto caratteristico, “difettoso” agli occhi del Granduca. Nel corso del tempo tutti gli arredamenti pregiati della dimora ducale sono stati sottratti eccetto il tavolo.
palazzo di seravezza patrimonio dell'umanità
Nel 2013 l’Unesco ha riconosciuto il Palazzo Mediceo di Seravezza, gestito dalla Fondazione Terre Medicee, come Patrimonio Mondiale dell’Umanità inserendolo nel “Sito seriale delle ville e giardini medicei della Toscana”.
Se andate a Seravezza non dimenticate di assaggiare la sua deliziosa focaccia (cliccate qui per la ricetta!)
Palazzo Mediceo
Viale Leonetto Amadei
(già Via del Palazzo), 358
55047 Seravezza (LU)
Per informazioni: Fondazione Terre Medicee – Viale Leonetto Amadei, 230 – 55047 Seravezza (LU) – tel. 0584.757443 – info@terremedicee.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?