Pasta Alla Medici

Pastasciutta alla Medici, alla corte toscana del gusto

La famiglia de’ Medici, signori di Firenze e di Toscana, era molto attenta ad offrire ai propri ospiti a corte piatti ricchi, non solo per lo sfarzo coreografico con cui erano presentati in tavola, ma anche per gli ingredienti scelti. Lo dimostra la ricetta della Pastasciutta saltata alla Medici, un primo da cena luculliana, ideale da proporre in occasioni importanti. Per rendere il piatto ancor più prelibato potete aggiungere la crema al tartufo bianco di San Miniato e porcini, che trovate in vendita nello store di Vivere la Toscana.
Alle tavole riccamente imbandite dei Medici si riunivano personaggi illustri del tempo, poeti, artisti, intellettuali. I piatti serviti erano principalmente a base di carne, cacciagione, pollo, maiale, legumi e prodotti del territorio, come i funghi dei quali è ricco il territorio toscano. Dopo la scoperta dell’America si aggiunsero alle portate altri ingredienti importanti: pomodori, patate e cioccolato. Caterina de’Medici (Firenze, 1519 – Castello di Blois, 1589), figlia di Lorenzo II, amante del cibo e del buon vino, fu la prima ad esportare oltralpe la cucina toscana. Sposando Enrico II, ella divenne regina di Francia e portò con sé abili cuochi e pasticceri italiani, che influenzarono la cucina francese.
Secondo alcuni la ricetta della “pasta saltata alla Medici” sarebbe nata proprio dall’incontro tra i due tipi di cucina. Secondo altri le origini del piatto sarebbero più antiche. Qui vi offriamo una versione del primo, che potrete arricchire con gli ingredienti che preferite.
Pastasciutta alla Medici
Ingredienti per 4 persone
350 grammi di penne o tortiglioni
50 grammi di crema di tartufo (noi vi suggeriamo quella classica! Ma potete provare anche la crema tartufo e asparagi)
1 spicchio d’aglio
400 grammi di fesa di tacchino
150 grammi di funghi champignon
1 ciuffo di prezzemolo
panna da cucina
una noce di burro
sale e pepe q.b.
Mezzo bicchiere di vino bianco
Preparazione
Pulire i funghi con un coltello e un pezzo di stoffa. Tagliarli a listarelle. Tritare il tacchino, l’aglio ed il prezzemolo. Mettere tutto in una padella con la noce di burro e far rosolare per alcuni minuti. Salare, pepare e sfumare con il vino bianco. Terminata la cottura, aggiungere la crema di tartufo e la panna liquida. Cuocere la pasta, scolarla al dente e aggiungerla al sugo preparato in padella. Farla saltare per alcuni minuti e servirla in tavola con un ciuffetto di prezzemolo sopra. In abbinamento alla Pastasciutta alla Medici Vivere la Toscana vi consiglia un vino “regale” Ornellaia 2011 Bolgheri DOC Superioreper la celebrazione dei 25 anni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?