Trippa Alla Fiorentina

Trippa alla Fiorentina, antico piatto toscano

Vivere la Toscana vi propone oggi la ricetta della Trippa alla Fiorentina, uno tra i piatti toscani più famosi ed antichi, che potete anche acquistare online sul nostro store. Nelle osterie fiorentine del Quattrocento il piatto unico a base di frattaglie e aromi era il più apprezzato. Famoso è il detto “Non c’è trippa per gatti”, che ha curiose origini romane. Ernesto Nathan, sindaco di Roma dal 1907 al 1913, decise di cancellare dal bilancio comunale l’acquisto mensile della trippa, divenuta troppo costosa. L’alimento era acquistato per i gatti, indispensabili per cacciare i topi in Campidoglio. Da qui il famoso detto teso ad indicare penuria di mezzi.

L’introduzione del pomodoro nella ricetta toscana della trippa avvenne sicuramente dopo il Settecento, quando iniziarono i primi impieghi in cucina del frutto proveniente dalle Americhe. Oggi la salsa di pomodori è diventato un ingrediente chiave insieme al formaggio parmigiano che completa degnamente il piatto. Trippa alla Fiorentina
Ingredienti per 4 persone
1 kg di trippa già lessata
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
olio extravergine d’oliva toscano q.b.
basilico q.b.
300 gr. pomodori pelati
Sale q.b.
Pepe q.b.
parmigiano q.b.

Preparazione
Preparare la salsa di pomodoro con sedano, carota, cipolla, basilico e pelati, facendo bollire il tutto finché la verdura non diventa tenera. Passare con il passatutto e rimettere sul fuoco a bollire. Aggiungere qualche cucchiaio d’olio, sale e pepe. Coprire e lasciar cuocere a fiamma bassa per alcune ore.
Tagliare la trippa in strisce larghe come tagliatelle. Mettere qualche cucchiaio d’olio in un tegame di terracotta e aggiungere un battuto fine di cipolla a soffriggere. Aggiungere la trippa e farla insaporire senza coprire e girando con un mestolo. Quando le frattaglie iniziano a dorarsi aggiungere la salsa di pomodoro preparata precedentemente. Far cuocere per alcuni minuti. Servire in tavola con abbondante parmigiano grattato. Buon appetito!

Abbinamento consigliato: vino rosso di Bolgheri. Prova un Guidalberto o un Paleo. Entra nello shop e scegli il vino da abbinare alla ricetta.

This Post Has 2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?