Affreschi In Villa Corliano

Villa di Corliano a San Giuliano: il parco e gli affreschi

La Villa di Corliano a pochi chilometri dalle suggestive Terme di San Giuliano è una delle più belle dimore storiche italiane.

stanza villa corliano

Vivere la Toscana vi ha già presentato la residenza cinquecentesca, raccontandovene la storia e le caratteristiche e preannunciandovi una sorpresa. In questo post vogliamo concentrare l’attenzione sull’immenso parco verde che la circonda e sugli affreschi realizzati dall’artista fiorentino Andrea Boscoli (ca. 1560 – 1607) .
La decorazione parietale degli interni della Villa di Corliano avvenne tra il 1592 ed il 1593. Andrea Boscoli fu incaricato di affrescare il salone ed il vestibolo di ingresso. Le scene raffigurate sono tratte dalle Metamorfosi e dai Fasti di Ovidio. L’opera più celebre è il grande affresco del Convivio delle divinità che occupa la scena al centro del salone. Alcuni personaggi seduti al banchetto hanno il volto di personaggi reali: il pittore Boscoli si è raffigurato come il dio dei boschi Pan; si possono scorgere anche i committenti dell’opera Pietro di Niccolao della Seta e Laura Lanfranchi.


busti in villa corliano
La scena di baccanale doveva avere scopo propiziatorio, rappresentando i personaggi reali in compagnia delle divinità planetarie che avrebbero mandato i loro benefici influssi sulla terra. Il legame con le credenze astrologiche è reso ancor più manifesto dagli affreschi dei segni zodiacali, sempre realizzati da Andrea Boscoli.
Oltre agli splendidi interni, una delle maggiori attrazioni della Villa di Corliano è l’immenso giardino che la circonda. Nel Settecento fu l’architetto Ignazio Pellegrini, incaricato di abbellire la facciata del palazzo e di progettare altri edifici circostanti (tra i quali la Fattoria che oggi ospita il Ristorante), a dare un nuovo assetto al parco della villa.


giardino della villa corliano

Seguendo le mode del tempo fece realizzare una graziosa Kaffeehaus, dove gli ospiti potevano sorseggiare il caffè, ed un teatro verde o di verzura, elemento molto diffuso nei giardini all’italiana settecenteschi. Qui si tenevano spettacoli teatrali all’aperto per intrattenere gli ospiti della famiglia Agostini della Seta. Alla fine del XVIII secolo fu costruito il Frantoio della Villa di Corliano. L’olio di oliva prodotto nelle sue terre, riconosciuto di qualità superiore, era esportato in Europa e perfino nelle Americhe. Per continuare a far conoscere le eccellenze toscane Vivere la Toscana, grazie alla collaborazione con i gestori della villa, offrirà ai prodotti toscani uno spazio in più oltre al web… Continuate a seguirci!

Scritto da Claudia Meini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?