Mostracamelie2011

Antiche Camelie della Lucchesia. 22esima mostra in arrivo a Marzo 2011. Capannori

Nei weekend 12-13, 19-20 e 26-27 Marzo 2011 tornerà la profumata e affascinante manifestazione floreale “Antiche Camelie della Lucchesia”, giunta alla 22esima edizione. Incontri, mostre, workshop e percorsi nei borghi di S. Andrea e Pieve di Compito e nelle ville sulle colline circostanti, alla scoperta delle splendide piante di camelie di Capannori, famose in tutto il mondo per la loro vetusta bellezza. La coltivazione delle camelie nel Compitese risale al XVIII secolo e durante la mostra sarà possibile ammirare antichi e rari esemplari.

Quest’anno il “Camellietum” del Borgo delle Camelie, il grande giardino contenente oltre 500 varietà di camelie coltivate (cultivar), è candidato ad ottenere il marchio di qualità dei “Giardini di Eccellenza”, un’onorificenza davvero importante per il territorio della Lucchesia, ma anche per la Toscana in generale. Il marchio è rilasciato da una delegazione internazionale di esperti di botanica provenienti dalla “International Cammelia Society”. Oltre ai rappresentanti dell’istituzione internazionale saranno presenti membri della “Società Italiana delle Camelie”. L’edizione 2011 di “Antiche Camelie della Lucchesia” sarà dunque un’edizione importante e ricca di appuntamenti. Il programma dettagliato non è ancora disponibile, ma sarà presto pubblicato sul sito www.camelielucchesia.it.
camelia-2-2011
Tra gli eventi già confermati vi sarà la presentazione della ricerca, realizzata dalla Scuola Superiore S. Anna di Pisa con la collaborazione del Comune, del Centro culturale del Compitese e dell’Arsia: “Le antiche camelie del capannorese, analisi morfologiche e molecolari per la caratterizzazione e la salvaguardia del patrimonio genetico autoctono”. Nel corso della manifestazione dedicata alle camelie della Lucchesia, sarà possibile visitare il Museo Civico di Capannori “Luoghi e Genti dell’Auser”, un percorso nella storia del territorio a partire dalla preistoria, a cui si aggiungerà la mostra dedicata all’esploratore Carlo Piaggia. Per raggiungere il museo facilmente sarà a disposizione dei visitatori il servizio di navetta gratuita.

Inoltre nei borghi di S. Andrea e Pieve di Compito vi saranno rappresentazioni teatrali, spettacoli d’intrattenimento e di musica itinerante, laboratori artistici dedicati ad adulti e bambini. Saranno presenti stand gastronomici, floreali e di artigianato locale. Oltre ad acquistare splendide piante di camelie, i visitatori potranno partecipare alle degustazioni dello Slow food ed assistere alla caratteristica “cerimonia del tè” giapponese, presentata dalla “Japan tea exporter’s association”. I giapponesi sono stati i primi a coltivare semi di camelia-3-2011Camelia da tè. Proprio in Lucchesia a partire dagli anni ’80 è iniziata la coltivazione di questo particolare tipo di Camelia dalle proprietà benefiche. Il tè verde estratto dalle foglie, ad esempio, è considerato un utile alleato per combattere il cancro. Oltre alla funzione estetica ornamentale, la camelia possiede infatti numerose qualità e proprietà curative, che potrete scoprire partecipando alla 22esima Mostra “Antiche Camelie della Lucchesia”.

L’edizione 2011 è promossa dal Comune di Capannori e dal Centro Culturale del Compitese, con la collaborazione di Fondazione Banca del Monte di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Apt, Camera di Commercio, Consorzio di Bonifica “Auser Bientina” e Società Italiana delle Camelie, oltre ad altri enti e associazioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?