Pisa

Pisa. Eventi ad ingresso gratuito. Settembre e ottobre 2010.

Come cantavano i Righeira “l’estate sta finendo”, ma non stanno terminando i grandi eventi culturali e d’intrattenimento che la città di Pisa ha deciso di riservare a tutti i suoi visitatori.

Da pochi giorni è iniziata la grande rassegna internazionale di musica sacra “Anima Mundi”, giunta alla Decima edizione e organizzata dall’Opera della Primaziale Pisana. Si tratta di una serie di appuntamenti, ad ingresso gratuito, che avranno luogo presso la Cattedrale di Santa Maria Assunta e presso il Camposanto Monumentale in Piazza dei Miracoli, in cui si esibiranno musicisti e cantanti di altissimo livello artistico, sotto la direzione generale di John Eliot Gardiner.
Il prossimo appuntamento è per Martedì 21 settembre “Quartetto savinio” e “Cherubini Harmonie” omaggeranno i 250 anni dalla nascita di Luigi Cherubini, eseguendo il “Quartetto n.2 in do maggiore per archi” e “Harmonie musik”; mentre Sabato 25 l’ “Ensemble de Labyrintho” e l’”Orchestra Giovanile italiana” suoneranno vari componimenti di I.Stravinskij, “Sacrae cantiones”, e “Responsoria” di C.Gesualdo. Presso il Duomo, Mercoledì 29, si esibiranno il Coro Musicanova di Roma, diretto da Fabrizio Barchi e la Cappella Tiberina, diretta dal maestro Giovanni Caruso. Con i “Vespri per coro a cappella, op.37” di S. Rachmaninov, eseguiti dalla Cappella di Stato Russa di Mosca, Venerdì 1 ottobre si concluderà l’importante rassegna musicale e operistica.
Piazza dei Cavalieri
Per celebrare i duecento anni dalla fondazione della Scuola Normale Superiore, ad opera di Napoleone Bonaparte nel 1810, nei palazzi della Carovana e del Consiglio dei Dodici in Piazza dei Cavalieri, è stata allestita “Una storia Normale”: un’interessante mostra documentata, che racconta, attraverso immagini, fotografie, video e documenti cartacei l’intera storia di questo rinomato centro di studi e dei suoi illustri allievi. L’esposizione, visitabile fino al 31 ottobre, è suddivisa in sei sezioni: la Normale di Napoleone (1810-1813), la Normale Granducale (1846-1861), la Normale Unitaria (1862-1928), la Normale di Giovanni Gentile (1928-1943), la Normale tra Guerra e Dopoguerra (1943-1948) e la Normale nella Repubblica (1948-1969). Visitando l’interessante percorso storico scopriamo che la sede della scuola non fu sempre in Piazza dei Cavalieri, ma che fu l’Ordine di Santo Stefano a decidere il trasferimento della scuola dal convento di San Silvestro allo splendido Collegio della Carovana, ristrutturato da Vasari per volontà del Granduca di Toscana Leopoldo II. Scopriamo anche che Giosuè Carducci, Enrico Fermi, Giovanni Gentile, Carlo Azeglio Ciampi e molti altri illustri personaggi della cultura italiana sono stati normalisti. Il 18 ottobre, alla cerimonia del bicentenario, parteciperà anche l’attuale presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e sarà proclamato il vincitore del concorso, indetto dall’Associazione Amici della Normale, finalizzato alla realizzazione di una statua celebrativa della Normale da collocare in Piazza San Silvestro.

Info su Anima Mundi:
ingresso gratuito (è necessario ritirare i ticket)
Segreteria organizzativa dei concerti
Auditorium “G. Toniolo”
Piazza Arcivescovado, 11
56126 Pisa tel. +39 050 83 50 29
email animamundi@opapisa.it

Info su “Una storia Normale”
ingresso libero
da giovedì 16 settembre a domenica 31 ottobre
Il lunedì dalle 15,00 alle 18,00;
dal martedì alla domenica dalle 10,00 alle 18,00
050 50 9111

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?