Sagra-del-baccello-frantoio-samminiatese

Sagra del Baccello alla Serra di San Miniato – Pisa

sagra-del-baccello-frantoio-samminiatese

Il week end del 25 aprile e quello del Primo Maggio al Frantoio Sanminiatese della Serra di San Miniato – Pisa – si terrà la Sagra del baccello che offre la possibilità di pranzare e cenare (possibilmente su prenotazione) all’interno del frantoio con piatti tipici locali e sapori delle terre pisane.
Anche quest’anno la manifestazione organizzerà uno stand gastronomico che distribuirà a tutti i partecipanti piatti di stufato di baccelli e carciofi. Oltre al baccello, si potranno gustare anche grigliate miste di manzo o maiale.

Sarà allestita anche un’ interessante e gustosa mostra di vini, dove si potranno assaggiare i migliori prodotti della zona: bianchi, rosati e soprattutto i tradizionali vini rossi tipici delle colline pisane.

Durante le due giornate di festa si potrà assistere a vari intrattenimenti come la 3° mostra d’artigianato, 1° corrida, motoraduno, esibizione scuola di ballo locale.

Intorno al frantoio viene allestito un mercatino dell’antiquariato accompagnato da altri piacevoli iniziative.

La Sagra del Baccello
è l’occasione per ritrovarsi a gustare il cibo della tradizione culinaria tipica Toscana.

L’ingresso e’ libero.

Scopri tutto quello che c’è da vedere a Pisa!

Per maggiori informazioni:
Tel.: 339 1639542
Indirizzo: La Serra di S.Miniato PI
Provincia: PISA
Telefono: 0571 460258

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?