Volterra

Contatti:

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Pinterest

Seguici:

Volterra

Il Teatro Romano a Volterra, meraviglia da scoprire

[vc_row][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1476438698751{margin-bottom: 10px !important;}”]

I Romani hanno lasciato numerose ed importanti tracce della loro presenza in Toscana o, per dir meglio, in Etruria. Gli anfiteatri sono certamente tra le opere architettoniche più maestose. Nella nostra regione ve ne sono molti, alcuni più conosciuti come l’anfiteatro di Roselle, nel comune di Grosseto, altri meno noti, ma altrettanto affascinanti come il Teatro Romano di Volterra. I visitatori dello splendido borgo medievale toscano spesso sono talmente ammaliati dalla bellezza del centro storico da non allontanarsi da esso per compiere un giro intorno alle mura.

 

Da Via Lungo le Mura del Mandorlo si possono, infatti, scorgere dall’alto le rovine dell’antico teatro romano, mirabile esempio di teatro vitruviano. La costruzione risale all’età Augustea, fine I sec. a.C., e fu edificata per volontà della gens Caecina, nobile famiglia etrusca di Velathri (nome etrusco di Volterra). L’anfiteatro, ritenuto per la sua grandezza e per lo stato di conservazione, il maggiore ritrovamento di epoca romana in Toscana, è stato scoperto negli anni Cinquanta. Poiché esso pare rispettare quasi perfettamente i canoni stabiliti da Vitruvio nel suo celebre trattato “De Architectura” (15 a.C. circa), alcuni considerano il Teatro di Romano di Volterra come unico esempio rimasto al mondo di “teatro vitruviano”.

In questa zona vi consigliamo di assaggiare questi tipici prodotti toscani:[/vc_column_text][vc_row_inner css=”.vc_custom_1476376576043{margin-bottom: 20px !important;padding-top: 30px !important;padding-right: 30px !important;padding-left: 30px !important;background-image: url(http://www.viverelatoscana.it/wp-content/uploads/2016/10/fondo.jpg?id=17437) !important;}”][vc_column_inner][products columns=”2″ orderby=”title” order=”” ids=”17031, 9602″][/vc_column_inner][/vc_row_inner][vc_column_text]

Oltre per la sua importanza a livello storico, l’antico teatro di pietra presenta un fascino particolare per la ricchezza di particolari conservati. Si possono ben distinguere le file di sedili dell’”ima cavea”, l’area semicircolare in cui prendeva posto l’orchestra, lo spazio del “porticum post scenam” dove gli attori attendevano di entrare in scena.

Ancora oggi, specialmente durante i mesi estivi, il Teatro Romano di Volterra ospita compagnie di “istrioni” che con le loro rapprentazioni ridanno vita al suggestivo spazio scenico, che merita sicuramente una visita.
Testo di Claudia Meini
Durante il vostro soggiorno in questa splendida città vi consigliamo di visitare anche la sggestiva Piazza dei Priori di Volterra con il suo splendido Palazzo dei Priori. 

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Una risposta

Lascia un commento