Colonnata

Lardo di Colonnata. La “forza dei cavatori”.

 

Il Lardo di Colonnata viene dall’omonimo paese in provincia di Carrara. Si tratta di un salume fatto dal lardo di suino stagionato.

monumento al cavatore

Il dato curioso è che a Carrara, per conservare gli alimenti, viene utilizzato il marmo, per il quale, d’altronde, la città è celeberrima. Il Lardo di Colonnata è infatti fatto stagionare proprio all’interno di conche di marmo: queste vengono strofinate con dell’aglio e vi si ripongono, a strati alterni, il lardo e le spezie, come cannella, pepe, chiodi di garofano, salvia, rosmarino, e coriandolo.

panorama colonnata

La durata della stagionatura è di circa 6-10 mesi e il risultato è un alimento particolarissimo, di colore bianco tendente al rosato, molto morbido e con un retrogusto leggermente dolce.
Con il Lardo di Colonnata sono possibili svariate ricette; ma a Carrara, tradizionalmente, si gusta al naturale, tagliato a fette sottilissime e mangiato così. Oppure su crostini e coperto da qualche pezzetto di pomodoro.

Per questo, già in passato, era spesso utilizzato come semplice companatico; piatto povero e con un altissimo valore nutritivo, amavano alimentarsene i lavoratori delle cave. Da qui l’epiteto di lardo come “forza dei cavatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?