Uffizi-e-galleria-del-vasari-di-kaline-marco

Uffizi e Galleria del Vasari a Firenze, foto di Kaline Marco

La Galleria degli Uffizi a Firenze è uno dei più importanti musei italiani, ed uno dei maggiori e conosciuti al mondo.

L’edificio ospita una superba raccolta di opere d’arte inestimabili, derivanti, come nucleo fondamentale, dalle collezioni dei Medici, arricchite nei secoli da lasciti, scambi e donazioni, tra cui spicca un fondamentale gruppo di opere religiose derivate dalle soppressioni di monasteri e conventi tra il XVIII e il XIX secolo.

Divisa in varie sale allestite per scuole e stili in ordine cronologico, l’esposizione mostra opere dal XII al XVIII secolo, con la migliore collezione al mondo di opere del Rinascimento. Al suo interno sono ospitati alcuni fra i più grandi capolavori dell’umanità, realizzati da artisti che vanno da Cimabue a Caravaggio, passando per Giotto, Leonardo da VinciMichelangelo, Raffaello, Mantegna, Tiziano, Parmigianino, Dürer, Rubens, Rembrandt, Canaletto e Sandro Botticelli. Di grande pregio sono anche la collezione di statuaria antica e soprattutto quella dei disegni e delle stampe che, conservata nel Gabinetto omonimo, è una delle più cospicue ed importanti al mondo.

Nel 2015 è stato visitato da 1.971.596 persone, rendendolo ancora una volta il museo italiano più frequentato, e terzo sito statale italiano dopo il circuito di Colosseo-Foro Romano-Palatino, e gli scavi di Pompei. Inoltre, mettendo in relazione il numero totale dei visitatori con la superficie museale a disposizione, gli Uffizi si rivelano essere anche il museo più densamente visitato del mondo.

Scopri di più sulla Galleria degli Uffizi di Firenze!

Chi desidera visitare gli Uffizi non dovrebbe perdersi il famoso Corridoio Vasariano che collega Palazzo Vecchio e gli Uffizi a Palazzo Pitti, passando sopra Ponte Vecchio. Lungo un chilometro, il passaggio fu commissionato a Vasari nel 1565 da Cosimo I in occasione del matrimonio del figlio Francesco con Giovanna d’ Austria e fu completato in solo 6 mesi. Questo passaggio privato consentiva ai Medici di spostarsi liberamente (ed in tutta sicurezza) dalla sede del governo, ovvero Palazzo Vecchio, alla loro residenza in Palazzo Pitti, senza dover attraversare le strade di Firenze. Dalle finestre del Corridoio si gode di scorci unici su Firenze e ci si rende subito conto di quanto fosse un passaggio privilegiato, che permetteva di vedere in strada, senza essere visti. A parte questa vista straordinaria, il Corridoio è arricchito con ritratti del XVII secolo e XVIII e conserva una collezione davvero straordinaria di autoritratti praticamente fino al XX secolo.

 

 

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Connecting
Please wait...
Lascia un messaggio

Spiacenti, nessun operatore è online in questo momento. Lascia un messaggio.

* Nome
* Email
Telefono
* Oggetto
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso

Serve aiuto? Chatta con il nostro Team, saremo a completa disposizione per rispondere ad ogni tua esigenza.

* Nome
* Email
Telefono
* Come possiamo esserti utile?
Online Adesso
Feedback

Aiutaci a migliorare il servizio! Sentiti libero di lasciare qualsiasi ulteriore informazione.

Come valuti il nostro sostegno?