spiaggia osa

Contatti:

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Pinterest

Seguici:

spiaggia osa

Spiaggia del fiume Osa…Oggi andiamo al mare!

La spiaggia dell’Osa prende il nome dal fiume omonimo che nasce a Poggio Maestrino, a 270 metri sul livello del mare, per percorrere la Maremma Toscana fino a gettarsi nel Mare Tirreno nei pressi di Bengodi (località Fonte Blanda). Per raggiungere l’arenile percorrendo la strada Aurelia verso Sud, dopo il Parco dell’Uccellina e superato il suggestivo promontorio su cui sorge Talamone, incontriamo Fonteblanda, frazione del comune di Orbetello (GR)

In cima al promontorio di Poggio Talamonaccio si scorge l’antica Torre di avvistamento, costruita in epoca medievale dagli Aldobrandeschi, restaurata e ampliata nel Cinquecento dai dominatori Spagnoli, artefici della maggior parte delle roccaforti che costellano la costa e le vicine isole dell’Arcipelago Toscano.
Si prosegue per qualche chilometro a sud e superato il rinomato Albergo “Corte dei Butteri”, dove si possono gustare ottimi piatti tipici maremmani, nonché soggiornare godendo delle bellezze naturalistiche della zona, si esce dalla strada statale e s’imbocca la direzione “Camping e pinete”. In questo modo raggiungiamo la lunga spiaggia libera dell’Osa. La sabbia è fine, di colore dorato, il mare cristallino, soprattutto nelle giornate prive di vento e dal cielo terso. La fitta vegetazione mediterranea della pineta offre un piacevole riparo dalla calura estiva soprattutto nelle ore più calde.
osa
La spiaggia è tranquilla e consente di godere pienamente dei benefici del mare. Non mancano bar, ristoranti e locali, situati principalmente all’altezza delle strutture ricettive, in prossimità dei parcheggi a pagamento. Numerosi sono i turisti che scelgono di trascorrere le vacanze estive nella zona soggiornando nei campeggi dell’Osa. Da Fonteblanda, infatti, si possono raggiungere alcuni dei luoghi più rinomati della Toscana, dal Parco della Maremma all’Argentario, dalle terme di Saturnia a Pitigliano, da Talamone alle Isole del Giglio e Giannutri.

Lascia un commento